L’avventura ha inizio….

Nel 1985 un francese di nome Bruno le Gaignoux, inventore del brevetto Wipika, applica dei primi sistemi galleggianti su uníala da trazione per renderla adatta il più possibile alla navigazione (in caso di caduta l’aquilone galleggia).

Ora l’azione si trasferisce a Maui Hawaii dove i pionieri dello sport iniziano ad impiegare non solo i primi Wipika a bladders (brevetto Leigagnoux brothers..) ma anche ali a cassoni non rilanciabili dall’acqua quale il Flexifoil Blade. La “kite crew” e’ composta da windsurfisti e non quali: Manu Bertin, Flash Austin, Eliot Leboe (ex windsurfing tester di una nota rivista americana), Lou Wainman, Rush Rande, Robby Naish, Pete Cabrinha, Fadi Issa, Dylan Gramfyre, Francesco Moretti, Mauricio Abreau e tanti altri.

Nel 1999 la vera rivoluzione e il “boom” di questo sport: L’interesse di aziende di Windsurf, Parafly, Aquilonismo, come Wipika, Naish Sails, Advance, Challenger, Mosquito, Peter Lynn, che iniziano a credere in questo sport, rendono possibile una concreta affermazione del kitesurfing. Dal 1999 ad oggi líincremento di questa disciplina sportiva è stato impressionante mutando da curiosità a notizia con un conseguente interessamento di media e network.

facebook
twitter
gplus
instagram
Top