Raffica di multe ai kiter del “KM 28”: Ci chiamano incivili!

Raffica di multe ai kiter del “KM 28”: Ci chiamano incivili!

Con estrema soddisfazione l’articolo pubblicato da un sito di news inizia raccontando che un massiccio impiego delle Forze dell’Ordine ha elevato una serie di multe ai kiter che frequentano il Km 28, spot che si trova tra Marina di Grosseto e Castiglione; il giornalista poi conclude la frase dicendo: gli sportivi erano troppo vicini ai bagnanti e troppo incivili.

Queste le nostre considerazioni:

Multe ai Kiter del km 28 Pro Kitesurf Roma Scuola di Kitesurf 6307La pratica del kiteboarding nel periodo estivo rimane assoggettata ad un principio fondamentale: il bagnante è la specie protetta.

Tralasciamo le ovvie considerazioni di ordine economico perchè non porterebbero da nessuna parte.

Sono anni che pratichiamo kite e veniamo da sempre visti come un pericolo pubblico.

In parte la colpa è anche dei fighetti che saltano e manovrano a pochi passi dalla riva.

Siamo i primi a riprendere questi personaggi che comunque rimangono sempre una piccola parte dell’universo “kiter”.

Detto questo abbiamo anche riscontrato negli anni, da parte dei bagnanti, atteggiamenti da proprietari terrieri; della serie la spiaggia è mia, punto e basta anche quelle poche adibite alla pratica del kitesurf.

Poi però, alcuni di loro, quando vanno via non si affaticano troppo a gettare nei numerosi cassonetti cartacce, bottiglie e rifiuti di ogni genere. In gran parte costoro vivono (si fa per dire) il mare solo nel periodo estivo, non lo amano, non lo rispettano e forse, a livello latente, invidiano chi nel mare si diverte davvero e contrasta con la stasi fisica comportata da lunghe giornate passate con la testa rosolata dal sole.

L’impiego in pompa magna di Forze dell’Ordine così massiccio potrebbe essere destinato a reprimere ben altre emergenze…

L’Italia è il paese dove puoi liberamente parcheggiare l’auto davanti alla rampa per gli invalidi, inquinare il mare, pescare pesci appartenenti a specie protette ma è il paese irreprensibile a fronte della sicurezza dei bagnanti che rischiano la vita a causa dei kiters selvaggi ed indisciplinati!

Ci viene quasi spontaneo farci una domanda? nella stagione balneare 2013 dal 1 Maggio ad oggi, quanti bagnanti sono stati feriti da un kiter indisciplinato?

Cerchiamo sempre di rimanere aggiornati sul mondo del kitesurf in generale ed a conoscenza nostra possiamo risponderci, consapevoli di poter cadere in errore o di essere smentiti, ad oggi NESSUNO!

 

 

Raffica di multe ai kiter del “KM 28”: Ci chiamano incivili!

Pro Kitesurf Roma

facebook
twitter
gplus
instagram
Top